lunedì 19 febbraio 2007

[Fat]

Non è per fare la solita cazzona polemica, ma io non capisco una cosa. Per i miei dieci minuti quotidiani di televisione ho scelto un servizio di "La vita in diretta". Non è mai stato un programma particolarmente brillante, ma oggi pomeriggio ha dato il meglio di sè: un servizio su una donna di 200 chili, che si strafoga di fragole col gelato e beve un long drink raccontando a mezza Italia quanto si senta bene nel suo corpo e quanto siano sfigati tutti quelli che si fanno dei problemi per i chili in eccesso. A parte che nel suo caso non possiamo parlare di chili in eccesso perchè riporto sempre il concetto a qualcosa di limitato. Non a 150 chili di troppo.
150 chili sono due donne e mezza eh... (normali ovviamente).

Ma poi perchè devi propinarmi la tua gaiezza nel constatare che sei grassa e che sei costretta a farti fare i vestiti dalla sarta per partecipare a Miss cicciona. Miss cicciona???? COOOOSAAAAAAA??

E che cazzo è Miss cicciona??? Facendo una rapida ricerca con internet trovo questo . Davvero un'idea geniale.

Tornando alla nostra modella in erba, io vorrei sapere perchè non possono fare un servizio su tutti quegli obesi che si fanno un mazzo tanto per dimagrire, tra interventi chirurgici ed estenuanti sedute tra palestra e massaggiatori. Sia chiaro, io non ce l'ho con nessuno e non ho mai provato fastidio nei confronti delle persone grasse, magre, bianche, gialle o verdi. L'intelligenza prescinde dall'aspetto fisico e da ciò che si mangia. Ma venirmi a parlare di amore per se stessi solo perchè una se ne sbatte dei suoi duecento chili mi sembra quantomeno grottesco. E diseducativo.

Quello non è amore. Non è rispetto per il prorpio corpo e neppure accettazione di sè. E' la pigrizia di prendere le proprie chiappe e portarle da un medico per farsi aiutare.

E credo che sia il comportamento peggiore da adottare.

12 commenti:

Tommaso ha detto...

sto per vomitare...

dontyna ha detto...

Sì, è come se intervistassero un'anoressica che si conta le costole sorridendo e afferma di stare bene con se stessa...!
Certe cose in tv, che ti viene la pelle d'oca!

Captain's Charisma ha detto...

Hai proprio ragione, in tutto e per tutto...come in ogni cosa, le estremizzazioni portano sempre alla rovina...che fine vuoi che faccia una donna in quelle condizioni ? A presto

La Paranoica ha detto...

Tommaso ---> Il bagno è in fondo a destra (come sempre). Ah... la tizia in questione è di Pordenone... muahahahahaahah

Dontyna ---> vedrai che prima o poi lo faranno.. e sicuramente, con la mia fortuna, mi capiterà di assistere al pietoso servizio.

Captain ---> Non ne ho idea. Rischia la vita tutte le volte che fa due scalini. Dimmi te come può vivere felice.

Alberto ha detto...

qualche tempo fa ho sentito in televisione un medico che parlava dell'impossibilità di affrontare certe obesità portate all'estremo con semplici diete (anche di un medico esperto nel settore) dovendosi solo procedere con operazioni chirurgiche... fa un po' paura sentire parlare di obesità irreversibile! E' come esser condannati a rimanere intrappolati in un corpo sformato senza poter fare più niente... a questo punto solo la vanità di chi dice di stare bene con un quintale o due di troppo può salvare!

scusa, posso usufruire anche io del tuo bagno? aspetto che esca tommaso...

La Paranoica ha detto...

Sìsì certo.

Nel post ho dimenticato di precisare che la signora pratica COME SPORT la danza del ventre.

No comment.

Anonimo ha detto...

So che non sto commentando il post, ma il libro che hai sul comodino! :) Heheheh...è più forte di me! Della stessa collana Death Of A Man ti consiglia "La sanguinosa storia dei serial killer", "Il libro nero dei serial killer", "Dizionario dei serial killer"...e un altro centinaio di titoli che non sto ad elencarti altrimenti non mi basta lo spazio! Nice kisses!

gg ha detto...

E qui mi trovo perfettamente d'accordo con te e non a caso sul mio blog mi sono detto favorevole a quel disegno di legge britannico che (un po' provocatoriamente se vogliamo) vorrebbe togliere la mutua agli obesi e ai fumatori.

Anonimo ha detto...

Parlare di bontà o funzionalità del grasso non ha senso.
Ma emotivamente ed esteticamente una persona può trovare il grasso "bello", e può affezionarsi alla sua ciccia, o a quella del partner, e aver voglia di mostrarla... davvero sembra così strano e orrendo a degli occhi "normali"? :-)

La Paranoica ha detto...

Non è orrendo...
E' semplicemente ridicolo.
Un conto è la ciccia, che personalmente trovo anche gradevole tra pancetta, manigliette ecc...
Un conto sono duecento chili.
E' un corpo totalmente deformato.
Non ci credo che non farebbe cambio con un corpo normale....

Anonimo ha detto...

Sono nell'organizzazione del concorso di Miss Cicciona da 2 anni.
Quelle persone che pensate siano lì a sfoggiare la ciccia cercano solo di avere un po' di luce, avere il loro minuto da Star ed esprimersi o scherzare in un mondo che se potesse le coprirebbe con un sacco dell'immondizia.
E' vero, l'obesità è un handicap. Ma quanti handicap mette sul palco il nostro mondo commerciale!
Pensate, abbiamo le olimpiadi per sedie a rotelle, ma abbiamo anche donne lobotomizzate che mostrano il sedere a pieno diritto(secondo loro), c'è chi ha un'iguana nel gabinetto in una teca per mostrarla agli ospiti, non vogliamo concedere ai ciccioni di scherzare? Oppure prendiamo tutti questi mostri e li buttiamo giù dalla rupe?A voi riflettere...

La Paranoica ha detto...

E figuriamoci se si poteva capire al volo il concetto.

Scherzarci su è un conto.

Dire che si è felici di pesare duecento chili è una presa per il culo bella e buona.

Dirlo in televisione è diseducativo.