venerdì 10 agosto 2007

[Letture]

Ho passato gli ultimi due mesi assimilando parole, come se non le avessi mai viste. La passione per i libri l'ho sempre avuta, ma ultimamente il bisogno di storie è diventata la priorità delle mie giornate. Non mi pongo nemmeno il problema dell'esistenza o meno dei personaggi: li amo, li odio, li capisco, li rifiuto, li dimentico e li perdono. A volte non mi capacito. Altre volte mi commuovo. Ho sete di loro. Voglio sapere, voglio conoscere. Una pagina ne segue un'altra. All'infinito. Per un'ora o due è tutto più leggero: seguendo le righe riesco a dimenticare. Riesco a distogliere lo sguardo dall'inevitabile srotolarsi delle giornate. Così un giorno vivo a Kabul, un altro giorno a Barcellona. Uno a Roma e un altro sulla striscia di Gaza.. con la testa avvolta dai loro sguardi e dai loro gesti, dai loro tormenti e dalle loro gioie.
Mariam, Edmondo, Daniel, Fìrmin, Cesar...
Esistono tutti. Nella mia testa, sugli scaffali, tra le maglie dei minuti in cui mi hanno accompagnata lasciandosi esplorare.

7 commenti:

Davide ha detto...

E' un progetto per mandare in rovina Ryanair?

La Paranoica ha detto...

Potrebbe ^^ sìsì

Anonimo ha detto...

ti ho trovata su parmadaily, nell'elenco dei blog!

La Paranoica ha detto...

Mi fa piacere ^^
Torna a trovarmi..

Alberto ha detto...

io invece ho passato gli ultimi due mesi con il pensiero di dover leggere un libro per l'università. Ho letto solo 3 pagine.

La Paranoica ha detto...

Che libro è?

lori ha detto...

consiglio non richiesto....."la vedova scalza" di Salvatore Niffoi.....splendido blog.....suerte