giovedì 6 luglio 2006

[Considerazione]

Non è per rendermi antipatica ai quattro simpatici gatti che persistono nel venire a leggere i miei vaneggiamenti, ma questo film ha qualcosa di insopportabilmente banale tra le maglie della trama.

"Magnifico e coinvolgente" secondo la critica. Ma santo cielo, devo avere qualcosa di irrimediabilmente compromesso a livello cerebrale se ho preferito distrarmi facendomi le unghie.

Sì, lo so. E' un po' come dire che Picasso è un idiota a livello artistico, ma personalmente ho visto e ascoltato di meglio. Tacciatemi di ignoranza. "Il favoloso ritratto dell'ego maschile".. ci può anche stare, ma oltre a questo ho notato ben poco. Se non una squallida scenografia e dialoghi poveri di sostanza.

[In questo blog non sono ammesse sassaiole. Grazie]

Proverò a riguardarlo con uno sforzo d'attenzione maggiore.

Mon Dieu.

[ II Coonsiderazione delle 14:33 ----> Se un film è ritenuto un capolavoro a livello mondiale, non è detto che effettivamente lo sia per tutti]

«Ecco i vostri nomi: Mr.Brown, Mr. White, Mr. Blonde, Mr. Blue, Mr. Orange e Mr. Pink! Perché io sarei Mr. Pink? Perché tu sei un frocio, va bene? Perché non ci scegliamo noi il colore? Non se ne parla neanche. Ci ho provato una volta, non funziona...quattro ragazzi, tutti a litigare per chi si doveva chiamare "Mr. Black"!»

(Joe Cabot a Mr. Pink)

9 commenti:

Womy ha detto...

De gustibus non disputandum est....
io l'ho visto sull'onda di entusiasmo per Tarantino e devo dire che mi ha divertito, così come pulp fiction è il film che ho rivisto più volte (anche se se la gioca con The Goonies)... è una questione di genere. pulp is cool!
Zahir

Una Paranoica ha detto...

Io ho un debole per Kubrick. Devo ammettere che Tarantino non mi ha mai entusiasmata più di tanto. Le sue colonne sonore sono senz'altro tra le migliori che abbia ascoltato, ma le trame non mi soddisfano mai fino in fondo..

ZaHiR ha detto...

ecco....kubrick solo con una grande volontà perchè ha dei tempi tutti suoi...ma leggo ora che sei di parma! ci sono appena stata un paio di giorni...avrei voluto un sacco fotografare il delirio collettivo di martedì sera!

Una Paranoica ha detto...

Ha anche diversi livelli di lettura: mi piace molto anche per quello...
Io del delirio di martedì ho visto solo una piccola parte, ma credo sia stato identico a quello delle altre città :)

gg ha detto...

AHHHHHHHHHHHH!

Oh mio dio! Stai dileggiando le iene. No, questo non è permesso! :)

A parte gli scherzi, Io ho un debole per Tarantino. Per questo motivo non posso che essere totalmente in disaccordo con te.

Il dialogo iniziale su "like a virgin" di Madonna (che secondo Mr. Pink, alias Tim Roth, sarebbe una metafora della "fava grossa") è quanto di più ironico e geniale il cinema abbia mai concepito.

Ovviamente non si discute la genialità di un mostro sacro come Kubrick (del quale ho visto e rivisto tutti i film, compreso l'introvabile primo lungometraggio "Fear and desire").

Tarantino è un regista differente. Ha inventato un genere, quello pulp, in cui ironia e violenza si mescolano in un mix esplosivo. In cui la "banalità" della violenza, smaschera la bassezza delle azioni umane.

E poi ogni scena è un omaggio al cinema. Un tributo alle potenzialità di questa arte mirabolante.

Il film può piacere o non piacere, ma questo non è un metro di giudizio sulla grandezza di un film.

Una Paranoica ha detto...

we we we... Mr. Pink era Steve Buscemi. Mi facevo le unghie ma ero attenta ;) Mi sono ripromessa di riguardarlo alla luce di qualche analisi e commento critico. Quando non arrivo a comprendere in toto il significato di un film preferisco andare a leggere qui e là per avere maggiori illuminazioni...

gg ha detto...

Ti vedo attenta!

Ho fatto troppo il brillante e ci sono rimasto dentro! :)

Tim Roth alias Mr. Orange
Steve Buscemi alias Mr. Pink

Davide ha detto...

Come si può dire che è una cazzata un film dove tutti sono vestiti come le Iene? No, dico... Le Iene!!!

La Paranoica ha detto...

Ehm O_O ...